Radio Marte 101 Catania

Ragione Sociale Radio Marte S.c.a r.l.
Indirizzo

Via del Bosco,54

95100 Catania

Telefono 095-336300
Fax 095-336959
Responsabile Gianni Angemi
Inizio Trasmissioni Dicembre 1979
Fine Trasmissioni Dicembre 1993
Tipologia Commerciale

 

· Storia

 

Siamo a Catania nel Dicembre 1979 quando Gianni Angemi e Mario D’Agata, già proprietari di Radio Sound International (Fm 87.5 MHz), acquisiscono insieme ai nuovi soci Antonio Abramo e Carmelo Giuffrida, sede e frequenza di Radio Sud CT (Fm 101.0 MHz).

 

Nei primi anni la rete viene identificata come “radio rock” proprio per la prevalenza in palinsesto di questo genere musicale.

 

Direttore artistico, dal 1979 al 1983 sarà lo stesso editore Gianni Angemi.

 

La svolta arriva nel 1984, quando la società editrice decide di dare un nuovo “restyling” all’intera struttura radiofonica, modificando il proprio “target” in emittente commerciale.

 

Viene costituita la “Cooperativa Radio Marte” e l’emittente, per l’ennesima volta, (Fm 87.5 MHz) modifica la propria denominazione in Radio Marte.

 

Indagini svolte dalla società “Audiradio” certificheranno, per parecchi anni, la radio come simbolo della Sicilia orientale fino al 1991.

 

Il segnale continua ad essere irradiato sulla frequenza di trasmissione Fm 101.0 MHz, utilizzata in precedenza da Radio Sud.

 

La sede legale e gli studi di produzione vengono realizzati in via del Bosco 54 con recapito telefonico (095) 33.69.59..

 

All’interno della redazione, diretta da Riccardo Orioles, lavoravano fra gli altri Max Prestia, Maurizio Guzzetta, Antonello Zitelli.

 

Tanti gli “speaker” che si sono avvicendati nell’arco dell’attività radiofonica dell’emittente etnea; tra questi Mario Finocchiaro, Romano Mascali, Roberto Condorelli, Gigi Strano, Arturo Lo Gioco, Angelo Mongelli, Lucia Maugeri, Carmelo Giuffrida, Enzo Recupero, Beppe Grasso, Carmelo Giuffrida, Nuccio Sicali, Fernando Gioeni, Enrico Cecere, Antonio Blanco, Agata Di Stefano, Ernesto Villari, Claudio Fallica, Marcello Barbaro (negli anni dj, programmatore musicale e responsabile relazioni case discografiche), Carmelo Marcellino mentre tecnici di emissione troviamo Renato Biondi, Carlo Calarco, Giuseppe Mammana, Gianni Angemi e Marcello Scaglione ed infine, presente nella struttura tecnica Alfio Vinci.

 

La società editrice faceva parte dell’associazione sindacale “A.G.C.I.” ("Associazione Generale Cooperative Italiane”, mentre la raccolta della pubblicità nazionale viene affidata alla concessionaria “S.P.E.R.” (Milano).

 

L’emittente cerca di riproporre il genere musicale intrapreso anni prima dalla stazione radiofonica CTA 104 e fra i tanti programmi autoprodotti, si ricordano "Anteprima Pomeriggio Marziano" condotto da Carmelo Marcellino in onda dal lunedì a venerdì dalle ore 13 alle ore 14, “Un Risveglio Rosa Shocking” dal lunedì al sabato dalle 7:30 alle 9:00, “Stasera Rock” (Lu-Ve, ore 21,00) condotto da Marcello Scaglione, Nuccio Sicali, successivamente riposizionato in seconda serata (ore 22.30), “Capolinea 101”, “Pomeriggio Marziano” condotto da Antonio Blanco e Fernando Gioeni (quest’ultimo sostituito in seguito da Arturo Lo Giuoco) e con all’interno il programma “cult” dedicato ai ragazzi, “Lo Squolaro” realizzato dalle scuole medie superiori di Catania e provincia (ribattezzato dal 1986 con il titolo “Il Diario dello Squolaro”), “Cittàradio” programma quotidiano di intrattenimento in onda dal lunedì al venerdì dalle 9.00 alle 12.00, “Bla-bla” settimanale di attualità, informazione e spettacolo ogni domenica mattina dalle 10 alle 10:45; ed ancora “A Tutto Mix” (ore 14.00), “Disco Lancio” (ore 14.30), “Top Special” (ore 15.00), “Radio Clash” (ore15.30), “One-o-One Sera” (ore 19.05), “L’Eco della Palude” (Lu e Me ore 21.00), “Alto Volume” (Ma – Gio ore 21.00),“Jazz” (Ve ore 21.00), “Capolinea 101” (ore 22.30).

 

Immancabile l’informazione locale con le varie edizioni del notiziario “101 News”.

 

La società nel corso del 1984 attiva un ulteriore frequenza di trasmissione sui 91.6 MHz per la Sicilia centro-orientale e contestualmente crea la concessionaria, interna, per la raccolta pubblicitaria “PubbliMarte – S.r.l.” e nomina nuovo direttore di rete Romano Mascali (’84 – ’86).

 

Il nuovo direttore effettuerà un taglio netto alla vecchia programmazione inventandosi un nuovo modo di fare radio con un target esclusivamente giovanile ed una conduzione velocissima.

 

Un modello altissimo e di elevata energia dove non esisteva differenza tra il giorno e la notte (quest’ultima territorio sacro della musica soft in tutte le radio) riuscendo a creare una radio che non esisteva, ma che in molti desideravano.

 

Studiato attentamente l’impatto sonoro crea una timbrica in modo da rendere subito riconoscibile la radio (cosa assolutamente non facile con le attrezzature dell’epoca).

 

Con l’aiuto di alcuni amici dj’s appronta un palinsesto fresco, veloce e senza grossi fronzoli, ricco di anteprime discografiche, con le classifiche, dischi tradotti, i notturni di cazzeggio allo stato puro con le telefonate in diretta di “QuanTo Vien la Sera” condotto da Antonio Blanco, Antonello Zitelli e Fernando Gioeni in quel di Agosto 1985 ovverossia sulla parodia di quando in RAI veniva trasmesso tutte le sere su RAIDUE "Quelli della Notte" di Renzo Arbore &C..

 

Radio Marte diviene strumento di aggregazione radiofonica fra i teenager’s catanesi, denominati “i marziani ” coinvolgendoli nelle varie feste in discoteca e nel famoso “Sabato Marziano” al Divina.

 

Romano Mascali pur avendo diretto la radio solo per un paio di anni, riuscirà a lasciare un’impronta importante nell’etere catanese, condizionando lo stile di conduzione di molti dj’s e la programmazione di diverse emittenti che, negli anni a venire, cercheranno di imitarne il format musicale e non solo…

 

Max Prestia, nel 1988, sostituisce Romano Mascali alla direzione artistica dell’emittente, mentre l’anno successivo (’89) sarà la volta di Antonello Zitelli (oggi Tele Jonica).

 

All’inizio degli anni ’90, con la fuoriuscita di Gianni Angemi, l’emittente passa nelle mani di Carmelo Giuffrida mentre direttore responsabile di rete sarà Antonio Blanco; all’interno della redazione arriva Umberto Anastasi (dj –speaker).

 

La struttura tecnica e gli impianti di trasmissione vengono affidata alla ditta “AVS-S.r.l.” di G. Orlando.

 

Arriviamo al 1995 quando, lo stesso C. Giuffrida assume la carica di direttore artistico e Lucia Maugeri diviene la responsabile della programmazione.

 

Nonostante gli sforzi, per mandare avanti l’intera struttura, da parte della nuova gestione, in pochi anni Radio Marte giunge al tracollo.

 

Scompare definitivamente nel 1998 cedendo strutture e frequenze di trasmissione al circuito radiofonico nazionale LatteMiele.

 

· Evoluzione del marchio di Radio Marte 101

 

Bozzetti di preparazione al logo definitivo effettuato dalla fine del 1985 all'inizio del 1986.

 

Logo originale del 1985.

 

Logo utilizzato alla fine del 1989 con carta riciclata.

 

Logo utilizzato dal Dicembre 1990 al Novembre 1992.

 

Cartolina di auguri del Natale 1991.

 

Bozzetto di Ernesto Palazzolo disegnato tra la fine del 1986 e l'inizio del 1987.

 

        

Due bigliettini da visita dell'emittente, il primo degli anni '80 e il secondo degli anni '90.

 

· Foto ricordi di Radio Marte 101

 

Il retro dei tesserini d'iscrizione del personale della radio.

 

            

In emissione da sinistra a destra: Renato Biondi, Carlo Calarco, Giuseppe Mammana, lo stesso Calarco, Gianni Angemi, Marcello Scaglione.

 

        

A sinistra il palinsesto di Radio Marte 101 sul giornale dell'epoca e a destra l'intervista fatta da Via Etere a Gianni Angemi ed Antonio Blanco.

 

        

Due foto rievocative con, a sinistra, Giuseppe Mammana, Gianni Angemi ed un amico e a destra con Beppe Grasso ed un amico assieme a Paolo Belli, il noto cantante italiano.

 

        

Due immagini di buona parte del gruppo di Radio Marte in studio e in navigazione.

 

L'antenna di trasmissione di Radio Marte 101.

 

Video ricordi di Radio Marte 101 su Youtube (realizzato da Davide Sgroi).

 

· Frequenze

Frequenza Postazione Comune Prov. Copertura Note
91.60 MHz Rifugio Sapienza Nicolosi CT Catania e provincia ceduta a Lattemiele, a Radio Graffiti e, infine, a Radio Amore i Migliori Anni
101.00 MHz Tetto Sede Catania CT Catania e hinterland spenta

Si ringraziano i ragazzi dello staff tramite la pagina di Facebook e Bruno Rescifina per la preziosa collaborazione prestata alla ricostruzione storica dell'emittente.

I marchi citati e i loghi riportati appartengono ai rispettivi proprietari.

 

Ultimo aggiornamento: 3 Novembre 2011