Retecapri

Ragione Sociale T.B.S. S.r.l.
Indirizzo Via Li Campi, 19 - 80073 Capri (NA)
Telefono 081-8370144 / 8383111
Fax 081-8370421
Responsabile Costantino Federico
Sito WEB www.retecapri.it
E-Mail info@retecapri.it
Tipologia Nazionale

 

· Storia

 

Retecapri inizia la sua attività nel 1981 grazie alle mire imprenditoriali dei due fratelli Claudio e Costantino Federico che, con l'esperienza di Telecapri e con la formazione della TBS (Television Broadcasting System), s'imbarcano in questa nuova sfida cercando di combattere lo strapotere dei circuiti nazionali con un palinsesto ricco di film, telefilm e quant'altro possa rendere più appetibile la visione e la crescita di questa nuova tv che, d'altronde, è stata ed è a tuttoggi l'unico circuito nazionale con sede al sud.

 

La TBS, società editrice di ReteCapri, mediante l’installazione di una serie di ripetitori diretti ed alcune emittenti affiliate, inizia ad espandere il proprio segnale (oltre alla Campania), nel Lazio, Molise, Abruzzo, Puglia, Basilicata, Calabria e Sicilia.

 

Queste le emittenti affiliate al circuito: Tele Alto Sangro, TeleSirio (Aquila), R.T.B.L. Radio Televisione Basso Lazio (Formia, LT), TeleBlitz, Radio Tele Maxima (Bari), Tele Radio Cerignola (Foggia), B.R.T.- Basilicata Radio Televisione (Potenza).

 

Il palinsesto iniziale, distribuito alle tv associate, era di 4 ore giornaliere diviso tra film, musica, telefilm e cartoon’s e con le immancabili televendite; caratteristica, questa, che la renderà più fluida e seguibile dal pubblico.

 

Fra i programmi del periodo, segnaliamo: “Stasera si Ride” contenitore dedicato alle situation-comedies americane (“Sanford & Son”, “La Strana Coppia”, “Papà ha Ragione !”, “Laverne & Shirley”).

 

La TBS (Federico Costantino), nel Maggio ’83, stringerà accordi con Tv Port (Giuliano Re) per la fornitura di programmi, molti dei quali hanno avuto due o tre passaggi al massimo e quindi ancora utilizzabili.

 

Il pacchetto comprendeva, oltre ad una cinquantina tra film e Tv movie (MGM e Metromedia), le serie “Angie”, “Taxi”, “WKRP in Cincinnati”, e le miniserie “Pearl Harbour”, “La Casa Bianca dalla Porta di Servizio”, “Watergate”, “Washington a Porte Chiuse”, “Il Pirata”, “Teresa Raquin”,“Nana”; ottenendo per 18 mesi l’esclusiva in tutto il Sud.

 

In Sicilia, i programmi di ReteCapri arrivano nell’Aprile 1984, al termine di alcuni accordi con Antenna Sud (Noto), TeleRent (Palermo) e Tele Radio Sciacca 2 (Sciacca, AG).

 

Col tempo affila sempre di più le sue armi cercando di diversificarsi con un palinsesto diviso tra cinema e musica, caratteristica che la farà rendere più fluida e seguibile dal pubblico campano e non solo, associando anche le televendite; infatti dalla metà del 1985 cambia nuovamente la programmazione creando la nuova formula "Retecapri Musica e Cinema", con associato nel logo due note formanti una croma musicale e finendo tale ciclo di programmazione nel 1987.

 

Con l’emanazione della “Legge Mammì”, sul riassetto radiotelevisivo, ReteCapri ottiene l’autorizzazione a proseguire le sue trasmissioni.

 

Consecutivamente, a queste risposte, la necessità, per la rete televisiva, di acquistare frequenze di trasmissione in varie parti d'Italia in modo tale da ottenere una copertura più omogenea ma tagliando, di fatto per un bel periodo di tempo, Calabria, Sardegna e Sicilia mentre per il palinsesto riprende la vecchia formula a suo tempo iniziata fino al 1998 anno in cui si vota totalmente alle televendite.

 

Oltre a questo particolare l'emittente campana ha trasmesso anche molti cartoni animati andati anche in onda sulla prima emittente del gruppo caprese ma anche i telefilm più noti al grande pubblico italiano.

 

Per la natura del suo editore Costantino Federico, spesso, si è resa ancor più popolare per essere stata in "rotta" con la legge 249 del 31 luglio 1997 (più precisamente Legge Maccanico) mandando in onda un cartello che polemizzava sulla mancata osservanza da parte di Mediaset della legge stessa ed anche, nei tempi passati e a tuttora, per essere stata esclusa spesso in molte regioni italiane riguardo all'assegnazione dei canali televisivi nonostante abbia regolarmente la concessione per trasmettere su tutto il territorio nazionale.

 

Nel periodo a cavallo tra il 2005 ed il 2007 è stata presente dentro il bouquet di Telecom Italia Media (meglio conosciuta come La 7) trasferendosi, in seguito, sul bouquet della sua prima emittente campana TeleCapri.

 

In Sicilia la rete nazionale arriverà con un pò di ritardo rispetto ad altre regioni non riuscendo a coprire tutta la regione per la mancanza di canali disponibili.

 

Nonostante ciò riesce anche se in maniera minima a farsi seguire riuscendo a convertire due canali analogici sulla costa tirrenica messinese e più precisamente il canale 26 Uhf su Monte S. Martino a Capo d'Orlando e il canale 54 Uhf su Monte Trino a Milazzo; ambedue in digitale terrestre 24 ore su 24, aspettando, in tempi migliori, il passaggio definitivo sul DTT.

 

Attualmente è specializzata su televendite con quattro edizioni del telegiornale e con uno spazio dedicato ai film di un certo spessore d'autore ogni sera alle 20.30 seguito a ruota dai programmi erotici e chat-line in onda nel palinsesto notturno.

 

Con il passare degli anni, Retecapri avrà non poche ripercussioni sul campo pubblicitario e non solo; infatti, a causa della crisi economica italiana, essa non riuscirà a riprendersi nonostante il cambiamento del palinsesto con un ciclo di film d'autore e classici in prima serata di ottime pellicole americane ed italiane denominato “Un Sogno in Bianco e Nero”, previa anteprima di presentazione curata da un cineasta di grande esperienza, ed altre produzioni.

 

Oltre a ciò, anche il complicato sistema del digitale terrestre darà un'ulteriore “spallata” all'emittente caprese in quanto, tra cambi legislativi e ricorsi in tribunale, renderà ancora più difficile la sua sopravvivenza; infatti, proprio per questo motivo e date le scarse speranze di ripresa, Costantino Federico deciderà di cedere il suo gioiello nazionale al miglior offerente, offerente che non tarderà ad arrivare.

 

L'offerente sarà proprio Piersilvio Berlusconi che, a fronte di un pagamento attorno ai 10 milioni di euro, ad Aprile 2017 si assicurerà la cessione temporanea del marchio e, definitivamente, delle sue lcn 20, 120 e 520.

 

Dal 5 Maggio dello stesso anno, Retecapri verrà spostata nel mux Mediaset 2 sul canale 36 UHF dove, da quel momento, irradierà con il palinsesto targato Mediaset incentrato su televendite per la maggior parte della giornata fino alle ore 20.00 e serie televisive di grande ascolto quali fiction, sitcom e telenovelas.

 

Per tutto l'anno, in attesa di diventare un nuovo canale del biscione, essa trasmetterà programmi dell'azienda di Cologno Monzese in quanto, per esigenze legate all'immagine in preparazione del nuovo canale televisivo che verrà dopo, sarà comunque necessario farla rimanere in vita.

 

Infatti, dopo questa presenza annuale in versione Mediaset, essa uscirà di scena dai teleschermi italiani il 22 Marzo 2018, giorno in cui, in video, comparira il cartello di presentazione della partita Juventus – Real Madrid trasmessa sul nuovo canale del biscione denominato 20 Mediaset.

 

Se l'emittente in toto scomparirà, di fatto, dal digitale terrestre, la sua programmazione rimarrà ancora in vita passando, da questa data, su Capri Television, una sorta di continuazione della vecchia gestione su un canale espressamente ad-hoc nella continuazione della filosofia caprese adottata tanti anni fa ed ancora viva e vegeta.

 

Inaspettatamente, essa torna nuovamente in video dopo 13 giorni di assenza dai teleschermi italiani, prendendo il posto della sua stessa consorella Capri Television (quest'ultima scompare temporaneamente dal video in attesa di una sua ricollocazione con un nuovo lcn) e reinserendo nuovamente in video il suo logo originale sia sulla lcn 66 che sulla 566 (quella dedicata ai canali in Alta Definizione anche se quest'ultima rimane una copia della precedente in formato video standard).

 

Con ciò, la vita dell'emittente caprese continua a rimanere fermamente al timone delle televisioni nazionali italiane rimanendo di fatto, ancora oggi, la tv privata nazionale italiana più longeva di tutti i tempi sempre vitale ed attiva come non mai.

 

· Evoluzione del marchio Retecapri

 

Logo iniziale per il sito internet.

 

Screenshot utilizzato sul sito internet per la presentazione della tipologia di palinsesto.

 

Logo degli anni '80.

 

Logo attuale in video.

 

· Canali di trasmissione digitali siciliani

CH. Pol. Impianto Comune Prov. Copertura Note
32 O Poggio Giache Agrigento AG Agrigento e provincia, Porto Empedocle Mux BeS dal 29/07/16
32 O Monte Cammarata Cammarata AG Prov. di AG, PA e TP Mux BeS dal 09/03/18
32 V Monte S. Martino Capo d'Orlando ME Capo d'Orlando, fascia costiera tirrenica messinese da S. Stefano Camastra a Gioiosa Marea Mux BeS dal 02/07/12
32 V Contrada Chiappazza Castelmola ME Prov. di ME, RC, fascia costiera joica fino a Giarre (CT) Mux BeS dal
32 O Contrada Cocuzzina Forza d'Agrò ME Fascia costiera jonica reggina Mux BeS dal
32 O Monte Trino Milazzo ME Milazzo e comuni limitrofi Mux BeS dal
32 O Monte S. Giuliano Caltanissetta CL Caltanissetta e provincia Mux BeS dal
32 O Contrada Carminello Valverde CT Catania e provincia, parte delle prov. di EN, ME, RC, SR Mux BeS dal
32 O Monte Pellegrino Palermo PA Palermo e parte della prov. Mux BeS dal 05/07/12
32 O Montagna Longa Palermo PA Capaci, Carini, Isola delle Femmine, Torretta, Villagrazia di Carini Mux BeS dal 02/05/17
32 O Monte Scrisi Scilla RC Messina e parte della prov. Mux Bes dal 20/07/12
32 O Monte Lauro Buccheri SR Prov. di AG, CT, CL, EN, ME, PA, RC, RG, SR, Isola di Malta Mux Bes dal 17/03/16
32 O Monte Bonifato Alcamo TP Alcamo, parte prov. di AG, PA e TP, Golfo di Castellammare. S. Vito Lo Capo Mux BeS dal 03/07/12
32 O Piana dlele Forche Erice TP Trapani e provincia, Isole Egadi Mux BeS dal 03/07/12
32 O Monte Poro Spilinga VV Milazzo e parte della costa tirrenica Mux BeS dal 15/06/12

 

· Canali analogici dismessi

CH. Pol. Impianto Comune Prov. Copertura Acquisito da
68 O Monte Cammarata Cammarata AG Prov. di AG, PA e TP Telereporter Sud il 21/07/07
31 O Monte Trino Milazzo ME Milazzo e comuni limitrofi Telereporter Sud il 27/07/07
64 O Monte Trino Milazzo ME Milazzo e comuni limitrofi  
63 O Monte Pellegrino Palermo PA Palermo e parte della prov. Telesicilia
60 O Montagna Longa Palermo PA Capaci, Carini, Isola delle Femmine, Torretta, Villagrazia di Carini La 3, ex TRM dal 21/07/07
67 O Monte Scrisi Scilla RC Messina e parte della prov.  
37 O Monte Poro Spilinga VV Milazzo e parte della costa tirrenica sperimentazione DVB-T

 

· Canali digitali prima del passaggio definitivo al digitale terrestre

CH. Pol. Impianto Comune Prov. Copertura Note
26 V Monte S. Martino Capo d'Orlando ME Capo d'Orlando e parte della costa tirrenica Acquisito da Canale 26 nel 1988
54 O Monte Trino Milazzo ME Milazzo e parte della costa tirrenica Acquisito da Onda Tv, ex Tele News

 

· Contenuto bouquet DVB-T e DVB-S prima dell'avvento del digitale terrestre

CAPRI MUX

IDENT Contenuto Tipologia
Retecapri Retecapri Generalista
Capristore Capristore Televendite
Radio Capri TV Radio Capri TV Musicale
Radio Capri Radio Capri Radio

 

Retecapri è ricevibile attraverso il satellite Express AM44 11° Ovest Freq. 11.565 GHz Pol. O. SR 8.000 FEC 3/4.

I marchi citati e i loghi riportati appartengono ai rispettivi proprietari.

 

Pagina creata il 25 Maggio 2007

Pagina aggiornata al 7 Aprile 2018