Rete A

Ragione sociale Peruzzo Editore S.p.A.
Indirizzo

Viale Ercole Marelli, 165 - 20099 Sesto S. Giovanni (MI)

Telefono 02-22477241
Fax 02-2401630
Direttore generale Alessandro Peruzzo
Responsabile tecnico Luigi Romeo
Inizio Trasmissioni 2 Gennaio 1983
Fine Trasmissioni 2002
Tipologia Commerciale

 

· Storia

 

L'emittente nasce nel 1976 con il nome di Milano TV ed è tra le prime televisioni private milanesi.

 

A Dicembre 1982 su iniziativa dell’editore Alberto Peruzzo (Peruzzo Editore), in società al 50%, con la CLT - Compagnie Luxembourgeoise de Tèlèvision (proprietaria della RTL Lussemburgo) viene creata la Rete A - S.r.l..

 

L’organigramma societario era così composto: Alberto Peruzzo (Presidente e Amministratore delegato, fino al 1985), Paolo Romani (direttore di rete), Carlo Sartore (responsabile della struttura tecnica), Claudio Rizzo e Claudio Sigismondi (responsabili emittenti affiliate), Denny Morazzoni (responsabile alla programmazione), Riccardo Vantellini (assistente artistico), Gianni Zanasca (responsabile ufficio Stampa).

 

Il nuovo network viene presentato, agli addetti ai lavori, con una serata di gala svoltasi presso il Centro Congressi di Mirafiori, con tanto di vallette in uniforme, monitors sui muri e la presentazione di Lando Buzzanca.

 

Al termine dei discorsi ufficiali, i dirigenti del network hanno presentato il palinsesto giornaliero della rete suddiviso per “generi”, tralasciando però di segnalare i titoli dei programmi.

 

Il 1° Gennaio 1983 partono ufficialmente le trasmissioni del network nazionale Rete A.

 

La raccolta pubblicitaria viene affidata alla concessionaria API- Agenzia Pubblicitaria Italiana, che gestiva già la pubblicità sulle riviste del “Gruppo Peruzzo” e sull’emittente televisiva lussemburghese RTL.

 

Gran parte dei programmi trasmessi dal network vengono acquistati dalla VDA, fra questi (già al secondo passaggio televisivo) fra questi vi erano le serie di telefilm “Sulle Strade della California”, “Barnaby Jones”, “La Strana Coppia” e la miniserie “Da Qui all’Eternità”.

 

I cartoni animati vengono acquistati dalla ITB di Roma mentre per quanto concerne la programmazione cinematografica, dopo una trattativa con Vittorio Balini, vengono acquistati in comune con la concessionaria GRT un pacchetto di 140 titoli.

 

La società, inoltre, riesce a portare a termine un accordo per la messa in onda della telenovela messicana “Anche i Ricchi Piangono” (interpretata dalla “Regina”, di questo genere Tv, Veronica Castro), sia sulle antenne del circuito GRT, sia su quelle appartenenti a Rete A.

 

Il palinsesto iniziale, della rete, si presenta con molte repliche e senza alcun programma di forte richiamo.

 

A Marzo dello stesso anno (’83), dopo alcuni contrasti interni, la CLT - Compagnie Luxembourgeoise de Tèlèvision si tira fuori dalla Rete A - S.r.l. lasciando l’intero controllo, della rete televisiva, alla “Peruzzo Editore”.

 

I maggiori sforzi, economici, la società li rivolgerà al completamento della struttura tecnica.

 

Quest’ultima prevedeva il miglioramento della copertura al centro-nord con la presenza, in ogni regione, di un antenna di proprietà da affiancare ad un associata.

 

Le emittenti associate avevano la possibilità di inserire, nella programmazione nazionale, alcune loro trasmissioni a carattere locale.

 

La tv si affermera’, soprattutto tra il pubblico femminile, con la messa in onda di innumerevoli telenovelas messicane.

 

In programmazione, ricordiamo le piu’ famose del periodo fra le quali “Anche i ricchi piangono” con la regina delle telenovelas Veronica Castro, “Mariana: il diritto di nascere”, “Grandi Magazzini”, “Natalie”, “Rosa selvaggia”, ”Signore e padrone”, “Felicita' dove sei”, “Il Ritorno di Diana”, “Da Qui all'Eternità”.

 

Tra gli altri programmi in palinsesto “Lo Sport a Caldo” rubrica sportiva condotta da Maurizio Mosca, le serie di cartoni animati  “Vultus 5”, ”I bon bon magici di Lilly”  e gli innumerevoli contenitori di “televendite”; tra le più importanti spicca quella del mattino, condotta da Guido Angeli, “Accendi un’amica” e “WANNA MARCHI SHOW” condotta dalla popolarissima presentatrice Wanna Marchi ed ancora le rubriche  “Un gioiello per voi” e “Shopping Club”.

 

Degne di particolare attenzione, per quanto concerne l’intrattenimento, erano le notissime trasmissioni “Vai sull’Onda” condotta da Franco Romeo e Nilla Pizzi e “Montecitorio” con Ettore Andenna (in onda la domenica sera),

 

Nell’ estate del 1987 prende il via il “TG A”, primo telegiornale nazionale, diretto e condotto da Emilio Fede.

 

Tra la fine degli anni ’80 e i primi anni ’90 viene proposta, in seconda serata, la trasmissione (un po’ ose’) evento della rete: “Gli Amici della Notte” condotta da Maurizia Paradiso.

 

Nell’agosto 1992  il Ministero delle Telecomunicazioni (legge MAMMI’) assegna le frequenze ai canali televisivi nazionali ovvero la concessione ministeriale a trasmettere tra cui Rete A.

 

Il network, infatti, si classifichera’ al quinto posto per copertura del territorio preceduta solo dalle tv del gruppo Fininvest e da Videomusic superando, persino, Telemontecarlo.

 

Nel Settembre 1993 l’emittente diretta da Alessandro Peruzzo (figlio di Alberto) modifichera’ ancora una volta il palinsesto basandolo esclusivamente su redazionali commerciali  e televendite con spazi flash dedicati all’informazione.

 

Nel corso del 1997 verra’ stipulato un contratto con MTV Europe con un'attenzione rivolta al pubblico giovane e con una programmazione musicale.

 

Tale accordo prevede la produzione e diffusione di programmi tv attraverso l’utilizzo da parte di MTV delle  frequenze di Rete A; quest’ultima, pero’, si riservera’ uno spazio al mattino dedicato alla trasmissione delle televendite.

 

L’ emittente si trasforma, quindi, in tv con target prettamente giovanile basato sulla trasmissione di videoclip musicali.

 

Durante il 1999 Rete A rischiera’ la chiusura a causa dell’esclusione del network dal piano nazionale delle frequenze.

 

Nel 2000 l’emittente si slega da Mtv e nel 2001 inizia una nuova avventura musicale, previo accordo con Viva Media (importante società specializzata nel target giovanile in Germania che gestisce il canale tv VIVA) per la cessione e la co-produzione di contenuti.

 

Questo accordo con la societa’ tedesca, portera’ alla modifica della denominazione in RETE A - VIVA.

 

Si arriva al Dicembre 2004 quando il gruppo L’Espresso acquista RETE A mediante un accordo con l’editore Alberto Peruzzo, il quale rilevera’ il 100% dell’emittente televisiva nazionale.

 

Rete A, ad oggi, trasmette sull’intero territorio nazionale in tecnologia analogica con l’autorizzazione alla trasmissione in DTT.

 

Gli impianti di diffusione analogica hanno una copertura di circa l’50% del territorio italiano.

 

Nel corso degli ultimi anni Rete A si e’ conquistata una posizione di tutto rispetto nel target giovanile realizzando un palinsesto prettamente musicale con il marchio “All Music” dalla primavera del 2002.

 

Con questa acquisizione il gruppo L’Espresso e’ entrato nel settore della televisione analogica e digitale terrestre per realizzare un progetto di rete con programmazione musicale dedicata ai giovani.

 

Le prime emittenti televisive regionali che, in Sicilia, aderirono al circuito furono TELESICILIA di Palermo (Gennaio 1983) per la zona occidentale, TELECOLOR-VIDEO 3 (Settembre 1983) per la parte orientale dell’isola e rimanendoci fino al 1990 ed, infine, RTP 2 RADIO TELEVISIONE PELORITANA dal 1986 al 1991.

 

· Evoluzione del marchio di Rete A

Logo utilizzato dal 1986 agli inizi del 1990.

 

Logo utilizzato dal 1990 al 2001.

 

Logo utilizzato dal 2001 alla primavera del 2002.

 

· Canali utilizzati in regione

 

CH Pol Impianto Comune Prov. Copertura Note
38 O Rupe Atenea Agrigento AG Agrigento e provincia Video 3
60 O Poggio Giache Villaseta AG Agrigento e provincia Video 3
38 O Contrada Carminello Valverde CT Catania e provincia Video 3
47 O Contrada S. Marco Randazzo CT Randazzo e paesi etnei Video 3
H2 O Via Garibaldi Messina ME Messina città, Reggio Calabria e fascia costiera jonica RTP 2, tuttora esistente ma spostato in Via Mario Orso Corbino
37 V Monte S. Martino Capo d'Orlando ME Capo d'Orlando e fascia costiera tirrenica da S. Stefano di Camastra fino a Tusa Video 3
41 O Monte Pellegrino Palermo PA Palermo e parte della provincia Telesicilia
29 O Poggio Ridente Baida PA Monreale, Mondello, Palermo Telesicilia
63 O Monte Pellegrino Palermo PA Palermo e parte della provincia Telesicilia
28 V Contrada Pirarelli Calanna RC Messina città e fascia costiera jonica fino a Giarre Video 3
34 V Contrada Pirarelli Calanna RC Messina città e fascia costiera jonica fino a Giarre RTP 2, UHF 37 dal 2000 in poi
22 O Monte Lauro Buccheri SR Prov. di AG, CL, CT, EN, ME, RC, RG, SR Video 3
38 V Cozzo Pagliarelli Noto SR Noto Video 3
58 O Viale Zecchino - Torre Zeta Siracusa SR Siracusa città Video 3
40 O Piana delle Forche Erice TP Trapani e parte della provincia Telesicilia

Si ringrazia Bruno Rescifina per la collaborazione prestata alla ricostruzione storica dell'emittente e per la rielaborazione grafica nonché Danilo Oliva per la ricostruzione storica.

I marchi citati e i loghi riportati appartengono ai rispettivi proprietari.

 

Pagina aggiornata al 3 Giugno 2008