RAI Radio Televisione Italiana

 

   

 

Indirizzo Viale Mazzini, 14
00195 Roma
Telefono 06-3878
Fax 06-3725680
Sito WEB

www.raiuno.rai.it
www.raidue.rai.it
www.raitre.rai.it

E-Mail info@rai.it
Tipologia Nazionale

 

    

 

      

· Storia

1 gennaio 1954: questa è la data in cui partì il primo Programma Nazionale RAI dal trasmettitore di Monte Mario e da questo momento la televisione cominciò il suo cammino caratterizzando gli usi e costumi degli italiani.

 

Successivamente nacquero il Secondo Programma (4 novembre 1961) e il Terzo Canale (15 dicembre 1979) che contribuirono ad aumentare notevolmente il numero di telespettatori, sopratutto per l'ultimo nato con lo scopo di diventare un canale regionale.

 

Negli anni che seguirono i tre canali RAI continuarono a migliorare sia sotto l'aspetto qualitativo che tecnico aumentando i ripetitori su scala nazionale e raggiungendo la maggior parte delle località italiane che ancora non erano coperte dal servizio.

 

A metà degli anni 70 si assiste al nascere delle televisioni locali e la RAI comincia a sentirne il peso non tralasciando niente al caso e cercando di contrastrarle in maniera più o meno consistente per ciò che riguarda l'informazione e l'intrattenimento.

 

Infatti dal febbraio 1976 è testimonial dell'avvento della tv a colori e tale evento lo dimostra con le prove tecniche eseguite al mattino con il conosciutissimo monoscopio Philips a colori che succede al vecchio RCA americano che troneggiava sugli schermi italiani sui due canali iniziali.

 

Trasmissioni come Domenica In.., L'Altra Domenica, le varie edizioni di Fantastico e tanti altri programmi furono inizialmente quelle che diedero il battesimo al nuovo sistema di colore PAL scelto principalmente (con molte prove tecniche assieme al SECAM) come tecnica ufficiale delle trasmissioni della rete italiana ed, a tutt'oggi, ancora esistente e funzionante .

 

Particolarità di rilievo dell'azienda è stata quella di cambiare denominazione interna proprio al fine di facilitarne il richiamo in maniera più semplice dei canali tv; infatti dalla sua nascita fino al 1975 (l'anno in cui si attuò la legge di riforma televisiva) venivano chiamate rispettivamente "Programma Nazionale" e "Secondo Programma" cambiando, successivamente, in "Rete 1", "Rete 2" e "Rete 3" fino al 1982 e finendo, da quest'anno in poi, nell' assumere gli attuali nomi di "Rai Uno", "Rai Due" e "Rai Tre".

 

Negli anni 80 in piena concorrenza con l'emittenza locale (in primis Canale 5 e le sue reti del gruppo Fininvest oggi Mediaset) riesce ad essere primatista assoluta riguardo l'innovazione nei programmi e la sua qualità e proprio per questo diventa la tv che, a livello mondiale, conquista sempre più consensi e approvazione da parte degli addetti del settore sia dal punto di vista tecnico che in quello scenografico, coreografico e d'organizzazione della produzione.

 

Fu proprio in occasione dei mondiali del 1990 il momento in cui l'azienda riuscì a farsi notare per le tecnologie legate all'Alta Definizione grazie alla Telettra (consociata interna che s'interessava dei sistemi tecnici di trasmissione e ricezione) che, in una presentazione ai giapponesi della NHK, stupì i loro occhi grazie al superamento delle loro 1125 linee con i 1250 del nostro sistema riuscendo persino ad essere chiamati a spiegare e guidare negli USA i tecnici americani delle più note tv del paese (ABC, CBS ed NBC) per i mondiali di calcio del 1994.

 

Negli anni 90 trovano consenso programmi che fanno capolino su Rai Tre grazie alla produzione su questa rete portando un velo di modernità al punto che riesce a conquistare i primi posti nelle indagini di mercato e d'ascolto.

 

Con il terzo millennio la RAI continua la sua presenza nell'attuale panorama televisivo italiano entrando ormai a far parte delle emittenti internazionali che utilizzano le nuove tecnologie grazie al centro ricerche RAI situato a Torino da dove hanno preso piede tutti quei progetti come il Televideo, l'MPEG2 per il satellite e per l'attuale DTT, l'MPEG8 futuro e rimanendo al passo coi tempi senza tralasciare quello che nei suoi 50 anni ha costruito, dapprima con pochissimi mezzi fino ad arrivare ai giorni nostri con investimenti mirati e a lungotermine, e rimanendo quella che è sempre stata ovvero... "La tv degli italiani".

 

 

· Canali analogici

 

Postazione Comune Prov. TV 1 TV 2 TV 3 Copertura
Padia Acri CS 45 O 52 O 63 O Acri Centro
Dogna Acri CS H V 29 O 26 O Acri Dogna
Serra di Budda Acri CS 30 O 34 O 40 O Acri Duglia
Monte Schiena - Covili Aieta CS D V
37 V
22 V 45 V Aieta, Tortora
Randieri Amantea CS G V 30 O 41 O Amantea
Le Puzzelle Bonifati CS - - 28 V - - Puzelle
Sangineto Bonifati CS G V 30 OV 41 OV Bonifati, Sangineto
Contrada Vignali Buonvicino CS E V 22 V 24 V Buonvicino, Diamante
Madonna della Catena Civita CS H V 30 V 42 V Cassano sullo Ionio, Civita
Monte Scuro Celico CS G O 28 O 46 O Acquaformosa, Acri, Albidona, Altilia, Altomonte, Amendolara, Aprigliano, Belsito, Bisignano, Carolei,
Carpanzano, Casole Bruzio, Cassano sullo Jonio, Castiglione Cosentino, Castrolibero, Castroregio,
Castrovillari, Celico, Cellara, Cerchiara di Calabria, Cerisano, parte del Golfo di Taranto e di Metaponto,
alcuni paesi delle province di Catanzaro, Messina, Reggio Calabria e Vibo Valentia
Oratorio Cerchiara di Calabria CS E O 21 V 42 V Cerchiara di Calabria
Lampezia Cetraro CS G O 29 V 46 V Cetraro
Colle Vetere Cosenza CS F V 56 O 38 O Cosenza
Colle Pancrazio Cosenza Est CS F V 36 O H1 V Cosenza in parte
Contrada Foce Grimaldi CS E O 33 O 65 O Grimaldi

Monticelli

Grisolia CS G V 25 V 54 V Grisolia, Maierà, Santa Domenica Talao, Scalea, Verbicaro
Monte Mondia Lago CS F V 24 V 47 V Aiello Calabro, Lago San Pietro in Amantea
Manco Longobucco CS 23 V 27 V 38 V (Destro) Longobucco
Colle d'Avri Longobucco CS 23 V 31 V 43 V Longobucco
Monte Sassone Morano Calabro CS E O 21 O 59 O Morano Calabro
Donna Puma Mormanno CS E O 34 V 51 V Laino Castello, Mormanno
Monte Melazzo Oriolo Calabro CS E O 33 V 43 V Oriolo Calabro
San Nicola Orsomarso CS E O 28 V 35 V Orsomarso
Pantani Paola CS 28 O 30 O 41 O Paola, Rende
Serra Longa Papasidero CS H OV 21 V 41 V Papasidero
Contrada Ascione Parenti CS E V 23 O 33 O Aprigliano, Parenti, Pedace, Rogliano, San Giovanni In Fiore
Contrada San Marco Paterno Calabro CS A V 25 V 49 V Aprigliano, Bisignano, Casole Bruzio, Celico, Cellara, Paterno Calabro
Ciccio Leo Pedivigliano CS H2 V 32 V 36 V Colosimi
Commaroso Roseto Capo Spulico CS F V - - 68 O Acri, Amendolara, Calopezzati, Caloveto, Cariati, Roseto Capo Spulico, costa ionica delle province
di Cosenza, Crotone, Matera
Castagna S. Agata d'Esaro CS F O 24 O 42 O S. Agata d'Esaro
Cona S. Giovanni in Fiore CS 30 O 43 O 59 O S. Giovanni in Fiore
Serra Immella S. Giovanni in Fiore CS E V 24 O 45 O S. Giovanni in Fiore
Stradalata Soprano S. Giovanni in Fiore CS - - 31 V - - S. Giovanni in Fiore
Contrada Gran Bollina S. Lorenzo Bellizzi CS H2 O 24 O 39 O S. Lorenzo Bellizzi
Petrarella S. Marco Argentano CS E OV 31 O 48 O Acri, Bisignano, Castiglione Cosentino, S. Marco Argentano, parte della provincia di Cosenza
Contrada Poiarelli Tortora CS A V 35 V 47 V
29 V
Poiarelli
Strada Provinciale per Cerra Andali CZ H O 35 V 62 V Cerva, Petronà
Monte Manna Badolato CZ E O 28 O 59 O Badolato
Alle Code Carlopoli CZ E O 29 O 41 O Carlopoli, Panettieri
Monte Scavo Catanzaro CZ A V 33 O 43 O Parte della provincia di Catanzaro
Acquedotto Chiaravalle Centrale CZ E V 29 V 31 V Cardinale, Centrache, Cenadi, Chiaravalle Centrale, Olivadi, Petrizzi, San Vito Sullo Ionio, Torre di Ruggiero
La Conicella Conflenti CZ F O 31 O 43 O Conflenti
Monte Eremita Decollatura CZ H O 27 O 40 O Bianchi, Carlopoli, Pedivigliano, Decollatura, Soveria Mannelli
Marinella Gimigliano CZ B O 34 V 52 V Gimigliano
Commaruso Guardavalle CZ G O 28 V 35 V Guardavalle, Stilo
Isca Marina Isca sullo Ionio CZ H V 21 O 36 O Isca sullo Ionio
Serra Mancini Nocera Tirinese CZ F O 34 V 48 V Cleto, Nocera Ticinese
Castello Satriano CZ H O 34 V 42 V Gagliato
Acquedotto Sellia CZ G V 28 V 37 V Albi, Catanzaro, Faverna, Fossato Serralta, Magisano, Marcedusa, Pentone, Sellia,
Sersale, Sorbo S. Basile, Taverna, Zagarise
Via Isarà - Furioso Stalettì CZ C O
67 O
24 V 45 V Stalettì, parte ionica della provincia di Catanzaro
Monte Tiriolo Tiriolo CZ F V 30 O 55 O Catanzaro, Tiriolo, parte delle province di Catanzaro, Crotone e Vibo Valentia
Soverito Vallefiorita CZ H1 O 21 O 35 O Vallefiorita
Contrada Bugiatro Isola Capo Rizzuto KR H1 V 25 V 36 V Isola Capo Rizzuto
Torre Melissa Melissa KR 30 O 43 O 47 O Melissa
Serra Trono Mesoraca KR G O 29 V 46 V Mesoraca, Petilia Policastro, Roccabernarda
Monte S. Michele S. Nicola dell'Alto KR B V
58 O
27 O 40 O Campana, Crotone, Melissa, provincia di Crotone e parte delle province di Catanzaro e Cosenza
Cacciapuin Bagnara Calabra RC F V 30 OV 46 OV Bagnara Calabra
Monte Brigha Bova RC H1 O 58 O 62 O Bova, S. Lorenzo
Sperlungara Brancaleone RC B OV 30 O 27 O Brancaleone, Bruzzano Zeffirio
Mannarella Cardeto RC G O 33 O 55 O Cardeto
Contrada Palazzi Casignana RC F V 33 V 48 V Bianco, Bovalino, Careri, Casignana, Platì, S. Luca
Monte Gallo di Caulonia Caulonia RC E V 26 O 36 O Caulonia, Nardodipace
Contrada Boschetto - Via Gerace Feroleto della Chiesa RC G V 23 O 39 O Cinquefrondi, Feroleto della Chiesa, Galatro, Maropati
S. Nicola Fiumara RC B O 32 V 67 V Fiumara
Solleria Gioiosa Jonica RC D V 27 V 52 V Gerace, Gioiosa Jonica, Grotteria, Mammola, San Giovanni di Gerace, Solleria
Contrada Russo Mammola RC B O 32 O 45 O Mammola
Contrada Maddo Montebello Jonico RC B O 27 O 34 O Montebello Jonico
Pietrapennata - Punta del Gallo Palizzi RC H O 23 V 39 V Capo Spartivento, Palizzi, parte ionica della provincia di Reggio Calabria
Monte S. Elia Palmi RC G O 30 O 51 O Palmi
Monte Stella Pazzano RC D V 31 O 43 O Bivongi, Camini, Monasterace, Pazzano, Placanca, Stilo
Contrada Villa Platì RC D V 21 O 44 O Careri, Platì
Lacorda Riace RC H1 O 29 V 42 V Riace
Contrada Iemallo S. Agata del Bianco RC D V 25 O 46 O S. Agata del Bianco, Samo
Portella S. Ferdinando RC G V 35 V 49 V Antonimina, Ciminà, Locri, Platì, Sant'Ilario dello Jonio, S. Ferdinando
Contrada Croce S. Lorenzo RC D V 28 O 43 O Bagaladi
Inarà S. Lorenzo RC A V 26 O 66 O Chorio, Melito di Porto Salvo, S. Lorenzo
Via Risorgimento - Gambarie S. Stefano in Aspromonte RC D O 26 V 44 V
51 V
Acquappesa, Aiello Calabro, Amantea, Belmonte Calabro, Belvedere Marittimo, Bonifati, Gambarie, Platania,
parte delle province di Catania, Messina, Reggio Calabria, Siracusa, lato tirrenico della Calabria,
Maratea, Golfo di Policastro e Capo Palinuro
Forte Scilla RC B V 34 V 48 V Bagnara Calabra, Scilla
S. Leo Briatico VV H V 31 O 43 O Briatico, Filadelfia, Pizzo Calabro, Vibo Valentia
Contrada Forge Vecchie Brognaturo VV H V 21 O 39 O Brognaturo, Serra S.Bruno, Simbario, Spadola, Torre Ruggiero
Cassari Fabrizia VV A V 24 O 43 O Fabrizia, Mongiana, Nardodipace
Via Green Vibo Valentia VV H1 O 35 O 49 O Acquappesa, Amantea, Belmonte Calabro, Platania, Vibo Valentia e costa tirrenica della Calabria

RAI è ricevibile attraverso il satellite Hot Bird 9 13° Est Freq. 11.766 GHz e 11.804 GHz Pol. V SR 27.500 FEC 2/3.

I tre canali RAI vengono trasmessi anche all'interno del mux digitale della RAI. Per visualizzare la copertura in Calabria consulta la pagina di RAI DTT Calabria.

Si ringraziano Bruno Rescifina per la collaborazione alla ricostruzione tecnica delle frequenze e gli autori del sito internet RadioMarconi per la gentile concessione dei monoscopi a colori.

I marchi citati e i loghi riportati appartengono ai rispettivi proprietari.

 

Pagina aggiornata al 28 Maggio 2009