Mediaset DVB-H

Ragione sociale Mediaset S.p.A.
Indirizzo

Viale Europa, 46 - 20093 Cologno Monzese (MI)

Telefono 02-25141
Fax 02-25149271
Responsabile Fedele Confalonieri
Sito WEB www.mediaset.it
E-Mail mediaset@mediaset.it
Tipologia Commerciale

 

· Storia

 

Informazioni tratte dal sito www.mediaset.it .

 

 

21 Dicembre 2005: MEDIASET raggiunge con Europa Tv (società controllata da Holland Italia e da TF1) un accordo che prevede, dopo le necessarie autorizzazioni delle autorità competenti, la cessione a Mediaset delle infrastrutture e delle frequenze digitali che verranno integralmente dedicate alla nuova rete DVB-H.

 

L'accordo prevede inoltre che Europa Tv, ottenute le necessarie autorizzazioni, potrà detenere una quota di minoranza della società controllata da Mediaset che gestirà la nuova rete digitale di trasmissione.

 

Europa Tv avrà anche un'opzione per rendere disponibile sulla mobile tv uno dei suoi canali televisivi.

 

Il 27 gennaio 2006 l'Antitrust avvia un'istruttoria nei confronti di Rti, Mediaset ed Europa Tv relativamente all'acquisizione (da parte del gruppo Mediaset), di un ramo d'azienda di Europa Tv.

 

L'acquisizione di Europa Tv accresce ulteriormente la capacità trasmissiva di Mediaset e accentua, in questo modo, la sua posizione competitiva in particolare nel mercato digitale.

 

L'operazione potrebbe dunque costituire in capo al gruppo Mediaset una posizione dominante nel mercato delle reti per la trasmissione del segnale televisivo terrestre in ambito nazionale.

 

Il 6 marzo l’Antitrust approva la bozza di decisione per l’acquisto delle frequenze di Tarak Ben Ammar (450 frequenze di Sport Italia) da parte di Mediaset.

 

La parola passa, dunque, all'Autorità per le Tlc che entro un mese dovra’ esprimere parere consultivo.

 

Mediaset, che ha già comprato 940 frequenze in tre anni, non utilizzerà le 450 frequenze di Sport Italia in prima persona ma le affitterà a società di telefonia che vogliono lanciare cellulari Dvb-h.

 

L’Antitrust decide di prorogare il termine della conclusione dell’istruttoria, avviata nei confronti di Rti, Mediaset e Fininvest, per abuso di posizione dominante nel settore dei diritti calcistici.

 

La fine dell’istruttoria verra’ posticipata al 30 giugno.

 

Il 19 aprile 2006 Mediaset e Vodafone Italia stringono un’accordo che sviluppera’ e rafforzera’  il lancio tecnologico e commerciale in Italia (primo Paese europeo), della TV digitale terrestre in mobilità con tecnologia DVB-H (Digital Video Broadcast Handheld).

 

In base all’accordo Vodafone Italia utilizzerà la capacità del multiplex DVB-H di Mediaset per un periodo di cinque anni con l’opzione di rinnovo per i cinque anni successivi.

 

Vodafone Italia contribuirà, cosi’, al lancio mettendo a disposizione le infrastrutture tecnologiche e trasmissive necessarie per il completamento della rete che consentirà l’avvio delle nuove trasmissioni previste nel corso del 2006.

 

DMT sarà il principale fornitore di tecnologia digitale per lo sviluppo della rete TV mobile DVB-H.

 

Per creare la nuova rete di ripetitori e portare i programmi televisivi sui nuovi telefonini di generazione Dvb-h, Mediaset spa acquista, inoltre, le frequenze di Home Shopping Europe (274 impianti).

 

La fornitura di apparati per l’implementazione della tv digitale mobile riguarderà oltre 800 impianti di trasmissione, per un valore totale di oltre 20 milioni di euro.

 

Il 15 maggio Mediaset annuncia insieme a Europa Tv l’accordo operativo che le due società svilupperanno per la tecnologia Dvb-h (ossia le immagini mobili sui videofonini).

 

Gli accordi prevedono che la joint venture sia di proprietà al 20% di Europa Tv e per il restante 80% nelle mani di Mediaset.

 

Il capitale previsto è di 250 milioni di euro.

 

A giugno il probabile lancio della piattaforma che avrà nello sport uno dei suoi punti di forza.

 

Il 28 settembre il Gruppo Mediaset SpA stringe un’accordo con Eutelsat per il DVB-H.

 

L’intesa prevede l’uso di tre transponder (per una capacità totale di 120 Mbit) per fornire il segnale ai circa 2.000 siti di terra responsabili del funzionamento della rete digitale terrestre e per varare i nuovi servizi di televisione mobile su tecnologia DVB-H (Digital Video Broadcasting Handheld).

 

 

· Canali

 

CH Pol Impianto Comune Prov. Copertura Note
43 O Madonna della Catena Civita CS Cassano allo Ionio, Civita non assegnato
30 O Timparello Lappano CS Bisignano, Castrolibero, Castrovillari, Cosenza, Lappano, Luzzi, Montalto Uffugo, Quattromiglia, Rende non assegnato
25 O Commaroso Roseto Capo Spulico CS Corigliano Calabro, Corigliano Scalo, Rossano Calabro, Rossano Stazione, Roseto Capo Spulico non assegnato
44 O Petrarella S. Marco Argentano CS Bisignano, Cassano allo Ionio, Castrolibero, Castrovillari, Cosenza, Luzzi, Montalto Uffugo, Rende ex Telepiù 1
47 O Monte Tiriolo Catanzaro CZ Badolato, Borgia, Catanzaro, Chiaravalle, Cutro, Guardavalle, Isca sullo Ionio, Isola Capo Rizzuto, Serra San Bruno, Soverato, Tiriolo ex Telepiù 2
46 V Villa Ciluzzi Stalettì CZ Andali, Borgia, Catanzaro, Cutro, Isola Capo Rizzuto, Soverato, Stalettì ex Telepiù 2
28 O Monte S. Michele Melissa KR Andali, Badolato, Cirò Marina, Crotone, Cutro, Isola Capo Rizzuto, Melissa, S. Giovanni in Fiore ex Telepiù 2
38 O Bosco Catalano Roccella Ionica RC Ferruzzano, Locri, Roccella Ionica, Siderno ex Telepiù 1
43 V Monte Scrisi Scilla RC Messina città e fascia costiera ionica fino a Giarre (CT), Reggio Calabria, Villa San Giovanni ex Canale D, ex HSE Home Shopping Europe
46 V Picotta S. Giovanni a Piro SA S. Giovanni a Piro, Scalea non assegnato
35 O Monte Lauro Buccheri SR Isola di Malta, Lazzaro, Melito Porto Salvo, parte delle prov. di AG, CL, CT, EN, SR, RG, Reggio Calabria ex TVE Teletna, ex Telecatania
45 O Monte Poro Spilinga VV Amantea, Bagnara Calabra, Cannitello, Cetraro, Cittanova, fascia costiera tirrenica messinese fino a Patti, Galatro, Gioia Tauro, Lamezia Terme, Nocera Tirinese, Paola, Palmi, Polistena, Rosarno, Scalea, Scilla, Taurianova, Vibo Valentia ex Telepiù 2

Si ringrazia Bruno Rescifina per la collaborazione prestata alla ricostruzione dell'emittente.

I marchi citati e i loghi riportati appartengono ai rispettivi proprietari.

 

Pagina aggiornata al 18 Maggio 2009