La 3

Ragione sociale 3 Italia S.p.A.
Indirizzo

Via Leonardo Da Vinci, 1 - 20090 Trezzano sul Naviglio (MI)

Telefono 02-44581
Fax 02-445812713
Responsabile Vincenzo Novari
Sito WEB www.tre.it
E-Mail servizioclienti@tre.it
Tipologia Commerciale

 

· Storia

 

Informazioni parzialmente tratte dal sito www.tre.it.

 

 

3 Italia ha il suo Quartier Generale a Trezzano sul Naviglio (MI) e la sede secondaria a Roma.

 

La presenza capillare sul territorio nazionale è rafforzata anche dalle sedi commerciali (presenti a Torino, Genova, Verona, Mestre, Bologna, Firenze, Napoli, Bari e Palermo) e dalle strutture interne di Customer Contact Management (presenti a Milano, Genova, Roma, Cagliari e Palermo).

 

Nel 1999 nasce l´azienda col nome Andala e nel 2000 la stessa vince una delle 5 licenze UMTS italiane oltre ad HWL diventare azionista di maggioranza.

 

Nel 2001 Ericsson e Siemens-NEC vengono scelti come partner tecnici per la costruzione della rete UMTS, vengono anche sottoscritti accordi con Motorola e la stessa NEC per la commercializzazione dei primi videofonini UMTS, viene sottoscritto con TIM l´accordo per il roaming GSM e vengono acquisiti i diritti UMTS delle più importanti squadre di calcio italiane.

 

Nel 2002 viene lanciato il marchio "3" contando, altresì, 2.000 siti attivi e divenendo il gestore con la prima videochiamata commerciale UMTS attiva in Europa.

 

Nel 2003 vengono raggiunti 330 mila clienti a fine anno contando 4.100 siti attivi (copertura UMTS: 59% popolazione); nel frattempo LG diventa fornitore di 3 ed avviene contestualmente il grande lancio commerciale.

 

Nel 2004 a luglio viene raggiunto il primo milione di clienti chiudendo a fine anno quota 2,8 milioni di clienti stessi con 6.000 siti attivi (copertura UMTS: 74% popolazione); nello stesso anno avviene il lancio commerciale della nuova Data Card UMTS così come il lLancio della mobile TV UMTS.

 

Nel 2005 3 Italia acquista Canale 7 per lanciare la TV DVBH contando 6.400 siti attivi (30 Giugno 2005) con copertura UMTS dell'80% della popolazione (31 Dicembre 2005); inoltre viene avviato il processo di quotazione in Borsa della societàmettendo in conto l'outsourcing della rete e di IT a Ericsson.

 

Nel 2006 cresce la copertura UMTS raggiungendo l’ 84% della popolazione (31 Dicembre 2006) totalizzando 6,8 milioni di clienti (24 Agosto 2006) ed Ebitda positivo su base semestrale ; in questo momento partono le trasmissioni della prima TV Digitale Mobile DVB-H al mondo (3 Italia è Official Mobile Broadcaster di FIFA 2006) lanciando anche la prima offerta Voip su cellulare e presentando l’ADSM, la prima offerta commerciale HSDPA in Italia.

 

In quell'anno il C.d.A. di 3 Italia, dopo aver ricevuto il nulla osta da Consob e Borsa Italiana, decide di non procedere alla quotazione della Società a causa delle sfavorevoli condizioni di mercato e di un livello di valorizzazione della Società considerato non adeguato dal C.d.A.

 

Nel 2007 3 Italia lancia Pocket TV, la prima Mobile TV DVB-H, con lettore mp3, video & picture player.

 

Essa diviene la prima al mondo a sperimentare la modulazione gerarchica delle frequenze; agli 11 canali digitali della mobile TV DVB-H di 3 Italia si potranno aggiungere fino a 4 canali DVB-T.

 

Viene lanciata X-Series la prima offerta all-inclusive per portare sul Videofonino a banda larga il meglio del Mobile Internet (anche grazie ad accordi con Microsoft, Google, Yahoo!, eBay e Skype).

 

Alla presenza del ministro delle Comunicazioni Paolo Gentiloni 3 Italia presenta l’HSUPA, la tecnologia che permetterà inizialmente di raggiungere velocità di upload fino a 1,4 Mbps, per poi arrivare fino a 5,76 Mbps con i successivi upgrade di rete.

 

L’innovazione di 3 Italia “entra” in politica: al via il finanziamento via SMS dei candidati alle Primarie del Partito Democratico.

 

Sempre alla presenza del ministro delle Comunicazioni Paolo Gentiloni, 3 Italia inaugura a Milano i nuovi studi televisivi de La3, la TV Digitale Mobile divenendo tra i più avanzati in Italia, interamente “tapeless”, controllati da monitor touch screen e “Broadband based”.

 

3 Italia e Skype lanciano 3 Skypephone, il primo cellulare dedicato al Voip e pensato per il mercato di massa.

 

Fastweb, il principale operatore alternativo di telefonia fissa, sigla con 3 Italia un accordo di operatore mobile virtuale mentre Alcatel-Lucent, la stessa 3 Italia e Rai avviano una collaborazione per la sperimentazione nel nostro Paese della TV mobile DVB-SH (è’ la prima sperimentazione al mondo del nuovo standard che integra reti mobili e broadcast).

 

3 Italia firma un accordo di operatore virtuale mobile con 50&Più Fenacom, l’associazione aderente a Confcommercio che offre tutela e assistenza ai propri iscritto over 50 ricevendo, inoltre, una Menzione Speciale al Premio Impresa Ambiente per l’offerta Rigenerazione 3 i primi videofonini ecologici, rigenerati e a costo ambientale zero.

 

Nel 2008 3 Italia e Gruppo 3, il Gruppo KPN e l’operatore polacco Play si accordano per ridurre i prezzi del roaming in Europa.

 

Nello stesso periodo è protagonista al Mobile World Congress di Barcellona con la mini TV digitale mobile e il modem USB internet superveloce, vengono emanati in diretta sui TVfonini di 3 i mondiali SuperBike e MotoGP e viene anche approvato un piano triennale di investimenti da 300 milioni di euro per ridurre il digital divide nel Paese portando la banda larga nel mezzogiorno e nelle aree che non dispongono dell’ADSL o che hanno solo connessioni in banda stretta.

 

· Storia di La 3

 

La3 è il canale autoprodotto di 3 Italia, uno dei più avanzati laboratori della TV Mobile nel mondo, nato coniugando l’esperienza de La3 Live (oltre 10.000 ore di diretta in due anni) e i contenuti de La3 Sport (il campionato Mediaset Premium e quello brasiliano, Motomondiale e Superbike, Wrestilng, Poker e altro ancora).

 

Ogni giorno, dalle 11 alle 21, due conduttori animano la diretta con giochi e quiz che diventeranno un aggregatore di community per quelli che hanno la tv in tasca.

 

Numerosi i format inediti dedicati alle band emergenti, agli appassionati di telefilm e di tecnologia.

 

E poi cinema, musica, intrattenimento e ancora tanto sport, da vedere FREE ovunque voi siate.

 

Nonostante la forte presenza sul digitale terrestre, il canale milanese ha attraversato diversi momenti in cui cambia totalmente la sua configurazione d'identità partendo dal sistema DVB-H (quello dei cellulari per intenderci), passando dal satellite con l'inserimento nel pacchetto di Sky Italia dall'8 Aprile 2010 con numerazione 143 ed arrivando ad approdare via etere il 24 Novembre 2011 dopo diversi cambi di palinsesto e struttura tematica.

 

Da tale data, La3 cambia per l'ennesima volta il suo aspetto il 1° Aprile 2011 diventando un canale televisivo con un palinsesto che spazia dalla cronaca all'attualità, toccando tecnologia e gossip, musica e cinema, amplificando dibattiti, opinioni e contenuti della Rete, dando il varo con una puntata speciale del programma "TributeBandShow" trasmesso alle 22.30.

 

Dopo alcune verifiche sul satellite, è la volta dell'approdo sul digitale terrestre e qui vi sbarca il 24 Novembre 2011 commutando il canale 37 UHF da DVB-H a DVB-T previo aver fatto richiesta all'AGCOM per la migrazione con il sistema televisivo tradizionale terrestre possendendo la numerazione lcn 134.

 

Tale migrazione viene, di fatto, effettuata ma a causa del blocco imposto dalla stessa AGCOM per verificare se ci fossero conflitti d'interesse sulle frequenze, esse vengono spente il 12 Gennaio 2012 venendo, successivamente, riattivate il 23 Dicembre dello stesso anno.

 

In tale contesto annuale, La3 modifica la sua trasmissione video nel formato panoramico 16:9 il 23 Gennaio 2012 (solo via satellite visto il blocco imposto sul DTT).

 

Il 6 Dicembre c.a., finalmente, riprende le sue trasmissioni sul digitale terrestre all'interno del suo stesso mux sul canale 37 UHF e nonostante il desiderio di imporsi e rendersi godibile al pubblico italiano nel migliore dei modi, essa decide di uscirne fuori il 2 Gennaio 2015 lasciando, in affitto, il suo bouquet ai canali di Mediaset che lo utilizzeranno per lapropria espansione sul sistema italiano dei canali a pagamento e non solo.

 

Anche stavolta, non ottenendo via satellite il riconoscimento da parte del pubblico pagante degli sforzi tesi a migliorarne l'aspetto qualitativo della programmazione causa crisi economica, l'emittente milanese decide, dal 27 Aprile 2016, di tornare nuovamente per l'ennesima volta sul DTT grazie ad accordi con alcuni bouquet di tv locali italiane.

 

Da questa esperienza molto mirata, il consiglio d'amministrazione decide di rilanciare nuovamente l'emittente nell'etere nazionale il 21 Gugno 2016 sfruttando le frequenze del mux di RETE A2 sul canale 42 UHF.

 

· Evoluzione del marchio La3

 

Logo utilizzato dall'8 Aprile 2010 al 31 Marzo 2011.

 

Logo utilizzato dal 1°Aprile 2011 al 22 Gennaio 2012.

 

Logo utilizzato dal 23 Gennaio 2012 ad oggi.

· Canali digitali calabresi

 

CH. Pol. Impianto Comune Prov. Copertura Note
42 O Serra di Budda Acri CS Acri Duglia Mux Rete A2
42 O Timparello Lappano CS Altomonte, Aprigliano, Carolei, Carpanzano, Casole Bruzio, Castiglione Cosentino, Castrolibero, Castrovillari, Celico, Cerisano, Cervicati, Cerzeto, Cosenza, Dipignano, Domanico, Figline Vegliaturo, Firmo, Lappano, Lattarico, Lungro, Marano Marchesato, Marano Principato, Mendicino, Mongrassano, Montalto Uffugo, Mottafollone, Paterno Calabro, Pedace, Piane Crati, Rende, Rose, Rota Greca, Rovito, San Benedetto Ullano, San Donato di Ninea, San Fili, San Martino di Finita, San Pietro in Guarano, San Vincenzo La Costa, Santo Stefano di Rogliano, Saracena, Scigliano, Spezzano della Sila, Spezzano Piccolo, Torano Castello, Trenta, Zumpano Mux Rete A2
42 O Contrada Commaroso Roseto Capo Spulico CS Amendolara, Calopezzati, Caloveto, Cariati, Corigliano Calabro, Cropalati, Mandatoriccio, Paludi, Roseto Capo Spulico, Rossano, Terravecchia Mux Rete A2
42 O Località S. Salvatore Spezzano Albanese CS Cassano allo Ionio, Castrovillari, Corigliano Calabro, Corigliano Scalo, Luzzi, Rossano Calabro, Rossano Stazione, Sibari, Spezzano Albanese Mux Rete A2
42 O Monte Contessa Jacurso CZ Borgia, Briatico, Caraffa di Catanzaro, Catanzaro, Cessaniti, Cicala, Cortale, Cosoleto, Curinga, Delianuova, Dinami, Filadelfia, Filandari, Filogaso, Francica, Gioia Tauro, Girifalco, Gizzeria, Jacurso, Lamezia Terme, Maida, Maierato, Marcellinara, Melicuccà, Miglierina, Milazzo, Mileto, Palmi, Platania, Rizzoconi, Rombiolo, Rosarno, San Costantino Calabro, San Gregorio d'Ippona, San Pietro a Maida, San Pietro di Caridà, San Procopio, Sant'Eufemia d'Aspromonte, Sant'Onofrio, Scilla, Sellia Marina, Seminara, Serrata, Sersale, Settingiano, Simeri Crichi, Sinopoli, Stefanaconi, Tiriolo, Vibo Valentia, Zambrone, Zungri Mux Rete A2
42 V Villa Ciluzzi Stalettì CZ Borgia, Catanzaro, Soverato, Stalettì Mux Rete A2
42 O Monte Tiriolo Tiriolo CZ Amantea, Borgia, Caraffa di Catanzaro, Catanzaro, Chiaravalle Centrale, Cittanova, Cortale, Curinga, Cutro, Isca sullo Ionio, Isola Capo Rizzuto, Jacurso, Lamezia Treme, Maida, Marcellinara, Polistena, San Floro, San Pietro a Maida, Sellia Marina, Serra San Bruno, Settingiano, Simeri Crichi, Soverato, Soveria Simeri, Taurianova, Tiriolo, Vibo Valentia Mux Rete A2
42 O Monte S. Michele S. Nicola dall'Alto KR Andali, Badolato, Belcastro, Belvedere di Spinello, Caccuri, Carfizzi, Casabona, Castelsilano, Cerenzia, Cirò, Cirò Marina, Cotronei, Cropani, Crotone, Crucoli, Cutro, Melissa, Mesoraca, Pallagorio, Petilia Policastro, Rocca di Neto, San Giovanni in Fiore, San Mauro Marchesato, Santa Severina, Savelli, Scandale, Strongoli, Verzino Mux Rete A2
42 V Pietrapennata - Punta del Gallo Palizzi RC Africo, Ardore, Bova Marina, Bovalino, Bruzzano Zeffirio, Caraffa del Bianco, Ferruzzano, Gerace, Locri, Marina di Gioiosa Ionica, Martone, Monasterace, Roccella Ionica, Sant'Agata del Bianco, Sant'Ilario dello Ionio, Siderno, Staiti Mux Rete A2
42 O Contrada Bosco Catalano Roccella Jonica RC Roccella Ionica, parte interna della provincia di Reggio Calabria Mux Rete A2
42 V Monte Scrisi Scilla RC Anoia, Bagnara Calabra, Cittanova, Filadelfia, Gioia Tauro, Joppolo, Laureana di Borrello, Limbadi, Messina e parte della provincia, Mileto, Nicotera, Polistena, Reggio Calabria, Ricadi, Rombiolo, Rosarno, San Calogero, San Ferdinando, San Giorgio Morgeto, Scilla, Villa San Giovanni, fascia costiera ionica fino a Giarre (CT), parte delle province di Messina e Reggio Calabria, Isole Eolie Mux Rete A2
42 O Monte Poro Spilinga VV Acquappesa, Amantea, Anoia, Arena, Bagnara Calabra, Candodoni, Capistrano, Cinquefrondi, Cittanova, Curinga, Dasà, Delianuova, Dinami, Falconara Albanese, Falerna, Feroleto Antico, Filadelfia, Filogaso, Fiumefreddo Bruzio, Francica, Fuscaldo, Giffone, Gioia Tauro, Gizzeria, Guardia Piemontese, Lamezia Terme, Laureana di Borrello, Longobardi, Maropati, Melicucco, Molochio, Monterosso Calabro, Oppido Mamertina, Palmi, Pianopoli, Polistena, Platania, Paola, Rizziconi, Rosarno, San Ferdinando, San Giorgio Morgeto, San Lucido, San Nicola da Crissa, San Pietro di Caridà, San Procopio, Santa Cristina d'Aspromonte, Scilla, Seminara, Serrata, Sinopoli, Sorianello, Soriano Calabro, Taurianova, Terranova Sappo Minulio, Vallelonga, Varapodio, Vazzano, Vibo Valentia, Zaccanopoli, Zungri, costa tirrenica calabro-sicula da Paola a Milazzo, Isole Eolie Mux Rete A2
42 O Prislopio Pizzo Calabro Zambrone VV Briatico, Cessaniti, Gizzeria, Parghelia, Pizzo, Tropea, Zambrone, parte di Drapia Mux Rete A2

 

· Canali analogici dismessi

 

CH. Pol. Impianto Comune Prov. Copertura Note
51 O Padia Acri CS Acri ex Telespazio Calabria 2
47 O Camoli Amantea CS Amantea, Paola, Tropea ex Rete Alfa
51 O Tiparello Lappano CS Castrolibero, Cosenza, Lappano, Montalto Uffugo ex Telelibera Cassano
51 O Serra Castellara Luzzi CS Bisignano, Cassano allo Ionio, Castrovillari, Luzzi, Quattromiglia, Rende ex Telestars Uno
29 O Commaroso Roseto Capo Spulico CS Cirò Marina, Corigliano Calabro, Corigliano Scalo, Roseto Capo Spulico,
Rossano Calabro, Rossano Stazione
ex Teleregione Color
27 O Via Vittorio Emanuele Rossano Calabro CS Rossano Calabro, Rossano Stazione non assegnato
50 O S. Maria delle Grazie Rossano Calabro CS Corigliano Calabro, Corigliano Scalo, Rossano Calabro, Rossano Stazione ex Tele A 57
33 O Contrada Carminello Valverde CT Lazzaro, Reggio Calabria, Villa San Giovanni, parte delle prov. di CL,
CT, EN, ME, SR
ex Telesicilia Color Rete 8, ex TeleCatania International
35 O Contrada Cuturelle Gagliano CZ Borgia, Catanzaro, Chiaravalle ex Radio Video Calabria 99
21 O Via Libertà Crotone KR Cirò Marina, Crotone, Cutro non assegnato
33 O Monte Carbonaro Messina ME Bagnara Calabra, Canitello, Palmi, Reggio Calabria, Scilla, Villa San Giovanni,
Messina e provincia, fascia costiera ionica fino a Giarre (CT)
ex RTP 1 Radio
Televisione Peloritana
29 O Monte Calvario Melito Porto Salvo RC Melito Porto Salvo non assegnato
43 V Monte Scrisi Scilla RC Cannitello ex Video Produzione Calabria
21 O Monte S. Michele Melissa VV Cirò Marina, Crotone, Cutro, Isola Capo Rizzuto, Melissa non assegnato
47 O Monte Poro Spilinga VV Bagnara Calabra, Cetraro, Cittanova, Fabrizia, Galatro, Gioia Tauro,
Palmi, Polistena, Rosarno, Spilinga, Taurianova, Vibo Valentia
ex Teleradio Antenna Blitz
34 O Via Green Vibo Valentia VV Amantea, Bagnara Calabra, Cetraro, Cittanova, Gioia Tauro,
Lamezia Terme, Paola, Polistena, Rosarno, Taurianova, Vibo Valentia
non assegnato

Si ringrazia Bruno Rescifina per la collaborazione prestata alla ricostruzione dell'emittente.

I marchi citati e i loghi riportati appartengono ai rispettivi proprietari.

 


Pagina creata il 19 Maggio 2009

Pagina aggiornata al 21 Giugno 2016