Radio Monreale Centrale

 

Ragione Sociale Radio Monreale Centrale
Indirizzo

Salita Croce, 2 - 90046 Monreale (PA)

Telefono 091-6401134
Responsabile Alfredo e Gaspare Segreto / Filippo Galano
Inizio Trasmissioni Gennaio 1978 (prove tecniche: Dicembre 1977)
Fine Trasmissioni Gennaio 1988
Tipologia Commerciale

 

· Storia

 

Radio Monreale Centrale nasce nel Dicembre 1977 con prove sperimentali radiofoniche ma, in realtà, debutta nel Gennaio 1978.

 

La sua sede iniziale fu in Via Piediscalzi 3 con numero telefonico 414153 e i contitolari della radio erano Gaspare e Alfredo Segreto (quest'ultimo conosciuto con il soprannome di Don Pasquale) assieme a Filippo Galano.

 

Tale sede fu utilizzata fino al 1981, anno in cui la radio cambia sede in Salita Croce 2 sempre a Monrealese rimanendovi fino alla sua chiusura avvenuta nel 1988.

 

Grazie alla genialità di Don Pasquale (chiameremo così da questo momento Alfredo Segreto) la radio ebbe dei natali alquanto fortunati in quanto l'ascolto era molto popolare per i programmi che trasmetteva onde per cui tutto avveniva rigorosamente in diretta con richieste musicali e dediche tramite il telefono e questo fu ciò che i tre ragazzi ottennero con grande sorpresa lavorando sodo e con passione alle proprie idee.

 

Inizialmente la frequenza dove trasmettevano era quella dei 102.5 MHzin monofonia dal tetto sede fino al 1981, anno in cui venne spostata sui 104.2 MHz grazie all'acquisto dei nuovi impianti trasmittenti portando il ripetitore dapprima su Monte Caputo per circa tre anni e, successivamente continuando ad usare quest'ultima frequenza, su Monte Pellegrino fino alla chiusura arrivando, così, a lambire molti dei centri abitati sulla costa verso Cefalù.

 

La programmazione musicale era varia ed era trasmessa dalle 6 del mattino fino alle 3-4 della notte.

 

Si iniziava al mattino con gli anni '60 col programma "Una Voce al Telefono", una sorta di contenitore che intratteneva facilmente l'ascoltatore; nota particolare di questa trasmissione, in un periodo particolare, fu la partecipazione della gente agli aiuti concreti per i terremotati del Belice del 1979/80 grazie alla loro generosità che non aveva limiti.

 

Alle 11 seguiva il "Cantanapoli" programma condotto da Don Pasquale ed alternato a seconda dei giorni della settimana dal compianto Benedetto Catalano ed in onda fino alle 13; da questo orario fino alle 14.30/15 andava in onda musica varia in generale inframezzata dalla pubblicità locale ogni 15 minuti ivi compresi i programmi speakerati.

 

Le trasmissioni pomeridiane riprendevano con orari che andavano dalle 15 alle 16 con "Io, Voi e la Bibbia", programma religioso molto seguito e condotto da Padre Filippo appartenente alla parrocchia di S. Francesco, dalle 16 alle 18 con "I Cantautori", tutto imperniato sui cantautori italiani e condotto da Nino Ferraro, dalle 18.15 alle 20 con "Sotto le Stelle", programma imperniato sugli artisti musicali palermitani (tra questi si annoverano Gli Alisei ed il maestro Giannettino chiamato "Il pianista dagli occhi scuri" che con la sua musica "Vuoti nell'Anima" divenne la sigla di apertura e di chiusura utilizzata nella trasmissione) più la musica anni '60, dalle 20.15 alle 22 con "Un Ballo per Tutti", liscio romagnolo e musica folk condotto da Salvatore Triolo, dalle 22.15 alle 24 con "Musica e Poesia", una sorta di viaggio tra i poeti palermitani in voga a quei tempi (anche qui troviamo artisti del calibro di Giangualtieri, noto poeta monrealese, Mamma Maria, Salvatore Pupella (scomparso nel 2004), Filippo Romano ed Antonio Somma, tutti in competizione tra loro) e condotto da Giovanni Sapienza e, infine, dalle 24.15 fino alle 3-4 della notte con "Napoli Sotto le Stelle", attesissimo dagli appassionati della musica partenopea e condotto da Don Pasquale ed, alternativamente durante la settimana, da Benedetto Catalano e Filippo Galano.

 

In questo programma v'era un altro noto speaker dal nome di Calogero (al secolo Enzo Tusa) che con grande destrezza animava la radio ma, in realtà, i personaggi più ascoltati e di punta dell'emittente monrealese erano lo stesso Calogero e Don Pasquale che, unitamente, riuscivano a catalizzare l'attenzione degli ascoltatori anche a notte tarda e con richieste continue lungo tutta la trasmissione.

 

La radio, data l'alta popolarità nel paese, in occasione del terzo anniversario della nascita dell'emittente e grazie alla volontà del direttore artistico quale era Don Pasquale, organizzò, per la prima volta nella cittadina monrealese, la 1° edizione del "Cantanapoli" dentro la villa comunale e rigorosamente in diretta coinvolgendo il Comune e l'Assessorato al Turismo di Monreale che sostennero la manifestazione con un contributo di 2 milioni di lire oltre a quello elargito dagli ascoltatori che si riversarono nella villa.

 

In questa occasione partecipò Pippo Prestieri, speaker affermatissimo della radio, con i brani musicali "Maliziosamente" e "Si m'avissi 'a lassari"; oltre a lui tanti furono i dilettanti che si cimentarono a cantare sul palco durante la serata tra cui Mimmo Dani, Mario Castelli, Enzo Rauli, Antonino Barone, Nino Mauro ed il comico palermitano Ciccio Formaggio, un simpatico personaggio palermitano in voga a quei tempi che calcava la parodia di Franco Franchi.

 

Ancora oggi il "Cantanapoli" continua a sussistere grazie alla caparbietà di Don Pasquale nelle piazze monrealesi (rimasto nel quartiere Cannoli), fino ad oggi arrivato alla 22esima edizione (2009), il tutto reso possibile ai cantanti che hanno aderito quali Tony Bruni (scomparso nel 2008), Mauro Caputo, Angelo Cavallaro, Gianni Celeste, Mimmo D'Angelo, Natale Galletta, Mauro Nardi, Franco Staco e Gianni Vezzosi.

 

Col passare del tempo, per diverse ragioni tra cui i dissensi tra il direttore artistico ed i conduttori, la radio perdeva due dei tre importanti contitolari (Alfredo e Gaspare) facendo sì che il resto della compagine azionaria fosse acquisito da Filippo portandola avanti con buoni risultati fino alla sua chiusura avvenuta nel gennaio 1988.

 

 

· Frequenze

 

Frequenza Postazione Comune Prov. Copertura Note
102.50 MHz Tetto sede Monreale PA Monreale e zone limitrofe spenta
104.20 MHz Monte Pellegrino Palermo PA Palermo e parte della sua provincia spenta

Si ringrazia Alfredo Segreto per la preziosa collaborazione prestata alla ricostruzione storica dell'emittente.

I marchi citati e i loghi riportati appartengono ai rispettivi proprietari.

 

Ultimo aggiornamento: 2 Dicembre 2009