Radio RAI

 

        

 

Ragione Sociale RAI Radiotelevisione Italiana S.p.A.
Indirizzo Sede: Viale Mazzini, 14 - 00195 Roma
Studi: Via Asiago, 10 - 00195 Roma
Telefono 06-3878
Fax 06-3725680
Numero Verde Frequenze 800-111555
SMS Line  
Sito WEB www.radiouno.rai.it
www.radiodue.rai.it
www.radiotre.rai.it
E-Mail info@rai.it
Tipologia Nazionale

 

· Storia

Informazioni tratte dal sito internet della RAI.

 

Il 6 Ottobre del 1924 nasce in Italia la prima trasmissione radiofonica. La voce è quella di Maria Luisa Boncompagni.
E' un programma ancora scarno, composto di musica operistica, da camera e da concerto, di un bollettino meteorologico e notizie di borsa.

 

L'Uri, Unione Radiofonica Italiana, prima società concessionaria della radiodiffusione in Italia, viene fondata il 27 Agosto 1924 come accordo tra le maggiori compagnie del settore: Radiofono, controllata dalla compagnia Marconi, e SIRAC (Società Italiana Radio Audizioni Circolari).
Presidente della Società Enrico Marchesi ex direttore amministrativo della FIAT di Torino. Fondamentale la mediazione del Ministro delle comunicazioni Costanzo Ciano.

 

L'Agenzia giornalistica Stefani è designata dal governo come l'unica fonte delle notizie che l'URI puo' trasmettere. Si tratta della prima agenzia di stampa italiana nata a Torino nel 1853, voluta da Cavour come portavoce della sua politica. Nel 1924 diventa proprietà di un fedelissimo di Mussolini, Manlio Morgagni che ne fa un potente strumento di regime.

 

L'Unica stazione trasmittente è quella di Roma, posizionata nell'attuale quartiere Parioli, allora ancora campagna. Siamo agli inizi e il pubblico è composto da amatori interessati più alla novità tecnologica del radioascolto che ai programmi veri e propri.

 

Nel gennaio 1925 nasce il Radiorario, settimanale ufficiale dell'URI. L'intento è quello di propagandare il nuovo mezzo e nel contempo di conoscere meglio i gusti e le opinioni di un pubblico ancora da formare. Poco dopo, tra il '24 e il '29, si comincia a trasmettere, oltre che da Roma, anche dalle sedi di Milano (1925) da Napoli (1926) e Torino (1929).

 

Nel gennaio 1928 l'URI diventa EIAR, Ente Italiano per le Audizioni Radiofoniche. L'evento segna il vero e proprio atto di nascita della radiofonia in Italia che inizia ad imporsi come mezzo di comunicazione di massa e che come tale verrà utilizzato dal regime.

 

Dalla fine della guerra all'avvento della TV, la radiofonia in Italia subisce un'enorme trasformazione.
Nel 1949 la RAI Radio Audizioni Italia, società a capitale privato controllato dalla SIP (Società Idroelettrica Piemonte), provvede, in soli 4 anni, alla ricostruzione totale dei trasmettitori distrutti o danneggiati dalla guerra.

 

Nel 1951 la dirigenza decide la ristrutturazione dei programmi preceduta nel 1950 dal varo della rete culturale: il Terzo Programma, a prevalente impronta culturale, diffuso attraverso la nuova rete a modulazione di frequenza.
Cominciano le "Serate a soggetto", tra le rubriche: "Prospettive", "Dibattito" e "Riviste estere".

 

Nel 1954 iniziano le trasmissioni televisive e Radio Audizioni Italia diventa RAI - Radiotelevisione Italiana. Ma l'apparato radiofonico superato dal nuovo mezzo, reagisce alla spettacolarita' della televisione. La TV si inserisce naturalmente nelle aziende nate per la radio.
Ne eredita la normativa e ne imita i generi. Anche in RAI, come nelle altre aziende internazionali del settore, la televisione appare subito prioritaria, assorbendo molte delle risorse destinate in principio alla radio.

 

Ma la radio non scompare, cambia e si trasforma invadendo nuove fasce orarie. Se la TV diventa l'immancabile appuntamento della prima serata, la radio moltiplica l'offerta per restare "accesa" 24 su 24 e si sviluppa la programmazione notturna. I nuovi programmi radio tendono a catturare sempre più l'attenzione del pubblico giovanile e delle casalinghe. Il palinsesto si adatta quindi alla concorrenza dei programmi TV e sottolinea la differenza tra i due mezzi. Sono gli anni del boom, dell'automobile che non è più previlegio di pochi e si diffonde l'autoradio. La radio diventa espressione di libertà, colonna sonora del desiderio di spostamento. Per la radiofonia italiana è come una seconda giovinezza.

 

Nel 1988 nasce Audiradio che riunisce oltre la RAI, la SIPRA, l'UPA, l'ASSAP organizzazioni del settore. La società effettua indagini periodiche a livello nazionale e locale per la rilevazione dell'ascolto radiofonico.

 

Nello stesso anno è previsto il rilancio della programmazione radiofonica: due rinnovi della Convenzione Stato-RAI, nel 1988 e nel 1994, confermano la concessione in esclusiva del servizio pubblico di diffusione radiofonica e televisiva sull'intero territorio nazionale.
Nel 1990 nasce il progetto "Un piano per la radio" che presenta nuove linee editoriali e nuovi palinsesti, nel 1991 entrano in esercizio gli ultimi decodificatori, il servizio RDS Radio Data System, su tutti e tre i programmi a modulazione di frequenza.

 

Attualmente le trasmissioni vanno in onda su tre canali nazionali: RADIOUNO, RADIODUE E RADIOTRE ai quali si affiancano 22 programmi regionali e 3 locali, i programmi del Notturno italiano, la Filodiffusione, Isoradio e una vasta gamma di programmi diffusi all'estero o prodotti per l'estero. Oggi RadioRai è realizzata nei quattro centri di produzione di Roma, Milano, Torino, Napoli e, per quel che riguarda l'informazione, presso altre sedi regionali.

 

· Frequenze

Postazione Comune Prov. FM 1 FM 2 FM 3 Copertura
Poggio Giache Agrigento AG 89.20 92.80 94.90 Agrigento
Monte Cammarata Cammarata AG 91.10 95.90 99.90 Agrigento e prov.
Contrada Bastianella Canicattì AG 89.30 92.30 96.90 Canicattì (AG)
Monte Imbriacola Lampedusa AG 88.10 93.30 93.30 Lampedusa e Linosa (AG)
Portella Palumbo Palma di Montechiaro AG 94.50 97.50 99.20 Palma di Montechiaro (AG)
Serra della Moneta Santo Stefano Quisquina AG 89.50 91.50 93.50 Santo Stefano Quisquina (AG)
Capo San Marco Sciacca AG 89.50 93.50 98.50 Sciacca (AG)
Monte San Giuliano (Redentore) Caltanissetta CL 89.10 92.90 97.90 Caltanissetta e prov.
Contrada Cudia Resuttano CL 88.70 94.50 98.00 Resuttano (CL)
Monte Colla Castiglione di Sicilia CT 95.70 97.70 99.70 Castiglione di Sicilia (CT)
Castello Nicosia EN 95.30 97.40 99.40 Nicosia (EN)
Contrada Cicciona Piazza Armerina EN 88.50 90.50 94.10 Piazza Armerina (EN)
Monte San Martino Capo d'Orlando ME 88.90 90.90 92.90 Capo d'Orlando (ME)
Monte Soro Cesarò ME 89.90 91.90 93.90 Cesarò (ME), Prov. di Messina
Pilieri Galati Mamertino ME 95.70 97.70 99.70 Galati Mamertino (ME)
Monte Calvario Limina ME 89.30 91.50 93.50 Antillo (ME)
Monte Piselli Messina ME 88.20 90.20 92.20 Messina
Monte Trino Milazzo ME 94.50 96.50 98.50 Milazzo (ME)
Derra Colla Mistretta ME 89.30 91.30 93.30 Mistretta (ME)
Monte Muscia Novara di Sicilia ME 88.50 90.50 92.50 Novara di Sicilia (ME)
Carmine Piraino ME 89.50 91.50 93.50 Piraino (ME)
Fondachello San Piero Patti ME 95.10 97.10 99.10 San Piero Patti (ME)
S. Croce (Reitano) Santo Stefano di Camastra ME 88.70 90.70 93.60 Reitano (ME)
Zigale Sinagra ME 88.50 90.50 92.50 Sinagra (ME)
Turiscu Tortorici ME 94.50 96.50 98.50 Tortorici (ME)
Pizzo Neviera Belmonte Mezzagno PA 95.50 97.50 99.50 Belmonte Mezzagno (PA)
Contrada Carrubbella Borgetto PA 95.50 97.50 99.50 Borgetto (PA)
Costa Nuova Cinisi PA 88.70 90.70 92.70 Punta Raisi (PA) e comprensorio di Carini
Madonna di Trapani Cinisi PA 87.70 97.70 99.70 Cinisi (PA), Terrasini (PA)
Portella Balata (S. Maria del Bosco) Contessa Entellina PA 90.40 92.30 96.50 Bisacquino, S. Maria del Bosco (PA)
Rocca dei Maschi Corleone PA 95.30 97.30 99.30 Corleone (PA)
Contrada Gallitano Godrano PA 92.20 94.20 97.90 Mezzojuso (PA), Vicari (PA)
Contrada Costa Zita Marineo PA 89.10 93.50 98.30 Marineo (PA)
Monte Pellegrino Palermo PA 94.90 96.90 98.90 Palermo e parte della prov.
S. Francesco Pollina PA 88.90 90.90 92.90 Castelbuono (PA), Geraci Siculo (PA)
S. Maria Sclafani Bagni PA 89.00 91.10 95.90 Caltavuturo (PA)
Zargati Torretta PA 89.20 92.40 97.90 Carini (PA), Torretta (PA)
Case Modica Ispica RG 89.50 91.50 93.50 Ispica (RG)
Contrada Monserrato Modica RG 89.10 92.40 95.50 Modica (RG)
Contrada Carnemolla Scicli RG 88.30 90.90 105.30 Ragusa, Marina di Ragusa (RG)
Contrada Guardiola Scicli RG 88.10 90.60 92.80 Scicli (RG)
Monte Lauro Buccheri SR 94.70 96.70 98.70 AG,CT,EN,RG,SR
Contrada S. Elia Noto SR 88.50 90.50 92.50 Noto (SR)
Belvedere - Faro della Marina Siracusa SR 89.30 91.30 93.30 Siracusa e parte della prov.
Monte Bonifato Alcamo TP 89.00 93.40 98.50 PA prov.,TP prov.
S. Giovanni - Casa del Clero Valderice TP 89.20 95.00 98.70 Buseto Palizzolo (TP), Valderice (TP)
Cuddia Glindo Pantelleria TP 87.70 92.30 95.10 Pantelleria (TP)
Contrada Verdesca San Vito Lo Capo TP 87.80 94.50 97.40 San Vito Lo Capo (TP)
Piana delle Forche Erice TP 88.40 90.50 92.50 Trapani

Radio RAI è diffusa anche in onde medie , sul digitale terrestre e sul digitale satellitare. Quest'ultima è presente sul satellite Hot Bird 13° Est Freq.11.804 Pol. V SR 27.500 FEC 2/3

 

 I marchi citati e i loghi riportati appartengono ai rispettivi proprietari.

 

Pagina aggiornata al 31 Agosto 2006